it en
project_estimated_schedule_as_gantt_chart_on_laptop_screen_vector_id1232166636_(FILEminimizer)

Diagramma di Gantt in ambito R&D

Diagramma di Gantt in ambito R&D


Nato oltre 100 anni fa da un’idea di Henry Lawrence Gantt, il diagramma a barre che visualizza i task di un progetto, è lo strumento più utilizzato per schematizzare e verificare nel tempo l’avanzamento di attività che coinvolgono più persone nel tempo.
La visualizzazione del progredire delle attività nel tempo negli assi cartesiani consente, inoltre, di analizzare le possibili interdipendenze e la sequenza delle fasi (task paralleli o in successione) e di far percepire a colpo d’occhio quale sarà l’occupazione temporale di tutte le attività previste nel progetto.

Per questo motivo l’utilizzo del diagramma di Gantt nella gestione dei progetti di ricerca e sviluppo, rivolti all’immissione nel mercato di nuovi prodotti (NPD), può rappresentare una modalità per trasmettere in modo chiaro, a tutte le funzioni coinvolte, la successione delle attività da eseguire e le dipendenze fra le parti.


Ruoli diversi per un unico scopo: lanciare un prodotto di successo
L’immissione nel mercato di un nuovo prodotto non è un’attività di pochi eletti, ma è un processo che vede il coinvolgimento più enti aziendali, ognuno chiamato a fornire il supporto adeguato nelle diverse fasi ciclo di vita del nuovo articolo.

E allora quali sono gli attori del processo di ideazione e rilascio dei nuovi prodotti e quali i ruoli?
  • marketing (posizionamento mercato e gamma prodotti esistente, prezzo di lancio, volumi di vendita, comunicazione)
  • legacy (rispetto norme cogenti dei paesi di destinazione)
  • controllo di gestione (costi diretti e indiretti)
  • acquisti (materie prime o sussidiarie da reperire)
  • produzione (distinta base, prove di pilota e industriali)
  • qualità (rispetto range prefissati e dei parametri fissati dal cliente, analisi sensoriali)
  • logistica e produzione (set up linee di produzione)
  • confezionamento (packaging specifico, stoccaggio interno e di smaltimento successivo)
  • altro

E’ evidente che, al crescere degli enti aziendali coinvolti e delle conseguenti attività da svolgere, diventa urgente per le aziende disporre di sistemi per la pianificazione e il monitoraggio delle attività da fare, nonché di generare di GANTT di progetto utili ad avere una visione complessiva dell’impegno e dei tempi di rilascio (time to-market).
Questo approccio è tanto più utile quando l’azienda rilascia in modo continuativo nuovi prodotti e quindi le attività da eseguire sono in parte consolidate dall’esperienza maturata (lesson learned).

Consapevoli di queste esigenze, il team di sviluppo ha inserito, nella gestione dei progetti di R&D di AYAMA, il diagramma di GANTT con l'obiettivo di agevolare le attività di verifica e condivisione dei punti critici del progetto.

Sulla pagina Linkedin Ayama Quality abbiamo pubblicato un esempio di GANTT in AYAMA




L’immagine mostra con chiarezza i due approcci:
  • Lista delle attività da fare, con date di inizio e fine attività
  • Grafico con occupazione temporale delle diverse fasi e le loro interdipendenza

L’utente, in caso di necessità (ritardi, posticipi,…) può agire sia sulla lista delle attività che sulle barre presenti nel grafico, in questo modo l’avanzamento del progetto può essere monitorato e verificato dai responsabili preposti.



Scopri AYAMA
Chiedi la demo gratuita
Vuoi un contatto telefonico diretto con l'area Commerciale e Consulenza? Puoi chiamarci allo 0423 040022.


Consigliato! Seguici su Linkedin

La tecnologia oltre quello che immagini
Iscriviti alla nostra Newsletter Rimani in contatto con noi per ricevere le ultime notizie su Ayama
(case studies, seminari, nuovi rilasci e altro ancora)
X
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.

Ulteriori informazioni